soffianti e aspiratori a lobi rotanti

 

BACK

Principio di funzionamento

La macchina a lobi rotanti è fondamentalmente costituita da uno statore, con sezione a forma di “asola”, all’interno del quale sono alloggiati due alberi a sezione trilobata che ruotano con velocità uniforme, in senso contrario l’uno rispetto all’altro, ingranando come se fossero due ingranaggi a tre denti, ma senza che si verifichi tra loro alcun contatto. Il gas da convogliare entra nella camera che si crea tra statore e lobi, i quali poi, con la rotazione, lo spostano verso la bocca di mandata.

Principio di funzionamento Lobi  

Particolarità costruttive

Le soffianti e gli aspiratori a lobi rotanti MAPRO® destinati alla compressione di aria sono macchine con le seguenti peculiarità costruttive:

  • carcassa (statore, fondi e carters) in ghisa grigia, pistoni rotanti in acciaio, in un sol pezzo con l’albero o,per i modelli di più grossa taglia, in ghisa grigia e calettati su alberi in acciaio;
  • ingranaggi di sincronismo costituiti da una coppia di ruote dentate in acciaio legato, con profilo dei denti ad evolvente di cerchio e superficie cementata e rettificata.

Le ruote dentate e i cuscinetti di supporto degli alberi sono alloggiati in camere separate rispetto a quella di compressione; in tali camere è presente un bagno d’olio necessario alla lubrificazione e all’asportazione del calore prodotto dall'attrito fra le parti striscianti. La lubrificazione avviene “a sbattimento” mediante dischi spandi olio montati sull’albero di comando.

Per garantire l’assenza di contaminazione dell’aria di processo da parte dell’olio di lubrificazione, sono previste sugli alberi tenute a labirinto con segmenti elastici.

Nota:
Le soffianti e gli aspiratori a lobi rotanti per aria sono disponibili anche in esecuzione per Zona 1 e 2, 21 e 22 della Direttiva Europea 2014/34/UE (ATEX)

Vantaggi

Le macchine a lobi rotanti sono impiegate in tutte quelle applicazioni ove si richiedono portate più elevate di quelle delle macchine a canale laterale (fino a 20000 m3/h), con pressione di mandata fino a 1 bar rel. o depressione all’aspirazione sino a -500 mbar rel. 

Il rendimento volumetrico di una macchina a lobi è costante, consentendo quindi di operare con portata all’incirca costante pur variando il differenziale di pressione. Non essendoci attrito tra i lobi e tra lobi e statore, e non essendoci quindi usura di tali componenti, il rendimento volumetrico risulta invariabile nel tempo. 

Inoltre, non essendoci attrito tra i lobi e tra lobi e statore, non è necessaria nessuna lubrificazione in camera di compressione. Il gas convogliato risulta quindi totalmente esente da olio.

Tipiche composizioni di fornitura

Le macchine a lobi rotanti sono normalmente fornite come “Gruppo Compatto”, nel quale il basamento di sostegno del corpo macchina è integrato con il silenziatore di mandata mentre il silenziatore all’aspirazione è integrato nel filtro. 

La trasmissione tra macchina e motore è realizzata tramite cinghie e pulegge o con riduttore a ingranaggi per le più alte potenze. 

I Gruppi sono completati con valvola di sovrappressione o rompivuoto, valvola di ritegno, supporti antivibranti, manicotto elastico di collegamento ed eventualmente cabina insonorizzante con ventilatore di estrazione, manometri e vuotometri, valvola di avviamento a vuoto e altri accessori a richiesta. 

Il Servizio Commerciale MAPRO®, in sinergia con il proprio Servizio Tecnico, è in grado di studiare e proporre, sulla base delle richieste dei clienti, i “Gruppi package completi” meglio rispondenti alle esigenze specifiche e alle peculiarità dell’impianto.